Fabrizio Savi

Biografia
L’espressione artistica di Fabrizio Savi si sviluppa lungo due direttive solo apparentemente lontane fra loro.

La prima reinterpreta la figura unendola a soluzioni compositive inconsuete e tecnologicamente innovative
La seconda direttrice di cui si parlava appartiene alla sperimentazione d’avanguardia nel campo della Computer Art.

Va detto senza ombra di dubbio che in questo settore Savi è stato un geniale precursore di esperienze legate alla tecnologia informatica, oggi conosciute a tutti, ma che un tempo risultavano oscure e lontane alla maggior parte della gente. Egli è stato infatti uno dei primi in Italia a progettare e realizzare installazioni interattive che permettessero di sperimentare la realtà virtuale “non immersiva”, e in questo campo ha ricevuto riconoscimenti internazionali ad alto livello.
Le due esperienze artistiche di cui si è parlato hanno come comune denominatore la passione di Fabrizio Savi per la ricerca di qualcosa di innovativo, partendo da un background ricco di tradizione e di storia.
Di seguito riportiamo una cronologia delle attività di Savi che comprende tutti i settori in cui ha operato ed opera, compreso quello dell’artigianato artistico.

Hanno scritto di lui
Importanti riviste come Debrett's Femme, Gioia Casa, AD, Casaviva, Case di Campagna

Formazione Artistica


1973 Per Fabrizio Savi la passione per la scultura inizia a 12 anni. Si cimenta in questa arte in un laboratorio di fortuna ricavato da un vecchio magazzino.

1975 Si iscrive all’Istituto Statale d’Arte, sezione disegnatori di architettura ed arredamento. Nel frattempo perfeziona privatamente la tecnica scultorea.

1977 A 16 anni realizza una maternità in gesso.

1982 Ottiene l’incarico dalle Cartiere Miliani di Fabriano di ideare ed eseguire un complesso costituito da una scultura in bronzo delle dimensioni di 3 metri ed una fontana da collocarsi nel piazzale antistante gli uffici centrali.

1982 Nello stesso anno si iscrive all’Accademia di Belle Arti, sezione scultura.

1975/1985 Realizza una serie di sculture di notevoli dimensioni, successivamente acquistate e fuse un bronzo da un collezionista.

1983 Raggiunto un soddisfacente livello di abilita’ scultoree, decide di esplorare nuove discipline. Inizia così a studiare elettronica ed informatica da autodidatta, perchè è convinto che solo attraverso la tecnologia si può aggiungere qualcosa di veramente innovativo all’arte.
La sua idea è dare all’opera un sorta di sensibilità propria.

1984 Sfidando le opinioni degli insegnati dell’Accademia di Belle Arti, nel 1984 presenta per gli esami finali di anatomia un’opera di computer art facendo interagire immagini e suoni digitali.

1986 Viene invitato con l’opera interattiva “Halley” al 4° festival di arte elettronica di Camerino, in quegli anni la più importante e completa rassegna di arti elettroniche in Europa.

1986/1992 si dedica prevalentemente alla ricerca nel campo dell’arte elettronica ma non abbandona completamente la scultura, realizzando ancora opere per lo più su commissione.

1987 Partecipa con l’opera “LA’ ” al 5° festival di arte elettronica di Camerino.
Inizia l’attività lavorativa da libero professionista come modellista per alcune importanti aziende argentiere marchigiane.

1987 Viene invitato a relazionare sul tema “Arti visive e tecnologie avanzate” nell’ambito della rassegna “Ambiente e mass media“ di Sorrento.

1987 Partecipa alla rassegna-concorso “Ambiente e mass media” a Sorrento con l’opera “LA’ ”, vincendo il premio città di Sorrento.

1988 Partecipa con l’opera “Alito” a “Teleconfronto” 6° mostra internazionale del film e telefilm, nella sezione ospiti. Chianciano Terrme.

1988 Partecipa con l’opera “Alito” a “Semi di luce”, a Salerno.

1988 Con l’opera di realtà virtuale “non immersiva” “BABYT” partecipa al 6° Festival di Arte Elettronica di Camerino.

1988 Ancora con l’opera “BABYT“ partecipa a “Confronto di Arti e nuove Tecnologia “ a Catanzaro.

1989 Partecipa con l’opera BABYT alla rassegna “Videoculture”, organizzato dall’ Istituto di Cultura Francese e dall’Università Napoli.

1989 Nello stesso anno ottiene il 3° premio alla manifestazione “Iinvipo”, presso Ochota Cultural Center, Varsavia.

1989 Inventa e brevetta un sistema di visione ottico – elettronico capace di far capire ad un computer la posizione e gli spostamenti in tempo reale di una persona all’interno di un determinato.

1989 Partecipa alla rassegna “Artisti giovani”, Jesi (AN) spazio fisico.

1990 Partecipa ad “Ambiente e mass media” a Sorrento.

1991 Partecipazione alla collettiva “Artisti di varie Marche”, galleria Pio Monti, Macerata con l’opera interattiva "Ho l'acqua alla gola".

1992 Presentazione alla stampa del sistema di realtà virtuale non immersiva “Babytland”.

1992 Intervista da parte dell'emittente televisiva MTV in occasione della presentazione al "Teatro Artemide".
1992 Ottiene una borsa di studio di 6 mesi di “infografica“ a Francoforte sul Meno, presso l’Istituto dei Nuovi Media diretto da Peter Weibel.
La borsa di studio è offerta da Eurocreation, commissione della Comunità Europea, con la partecipazione dei Ministeri delegati alla cultura, dell’Unesco e della Fondation de France.

1993/2003 In questo periodo riprende con più vigore la produzione scultorea creando sia la Serie dei Visi, sia altre sculture come ritratti o soggetti sacri su commissione.

1994 Inventa e brevetta particolari piastrelle decorative in lamina di metallo.

1994 Dà inizio all’ attività di produzione artigianale delle piastrelle in metallo. Poiché si tratta di un prodotto innovativo ed interessante per il mercato, una nota azienda italiana se ne interessa e decide di commercializzarle.

1994 Con l’opera “Il gioco di Proteo“ Partecipa alla manifestazione “Jeune Artiste en Europe aujourd’hui” presso il Goete Institut a Parigi.

1994 L’artista viene iscritto nel catalogo internazionale degli artisti multimediali a cura del “ICC” (“Inter Communication Center”) di Tokio.

1994 Partecipa alla mostra collettiva “Associazione Culturale Autori Contemporanei “, a Macerata.

1995 Partecipazione alla manifestazione “Dieci anni di computer grafica applicata alla ricerca” Genzano di Roma.

1996 Mettendo insieme le abilità di scultore e modellista e la conoscenza di varie tecniche e materiali, inventa, brevetta e produce lampade e paralumi scultura in pasta di marmo. Tali paralumi sono costituiti da un sottile strato di pasta di marmo con la superficie decorata con figure a bassorilievo e se retro illuminati producono un effetto filigrana. Anche questi paralumi, per la loro originalità sono risultati prodotti unici in Italia e all’estero.

1996/2006 Dal 1996 in poi inizia ad esporre in numerose fiere tra cui alcune edizioni della fiera MACEF di Milano, e quella dell’Artigianato presso la Fortezza da Basso a Firenze.

1996 Dal 1996 in poi numerose riviste di arredamento tra cui AD, Gioia Casa, Casaviva, 99idee casa, Case di campagna Deberetts’Femme, ecc. si interessano del suo lavoro.

1999 Inaugura un‘esposizione permanente a San Severino Marche in cui è visibile tutta la sua produzione.

2001 Organizza ed impartisce lezioni di modellato nella sua esposizione permanente.

2004 Crea la serie delle sculture “danzatrici velate”.

2005 Assume la presidenza del gruppo provinciale turismo della Confartigianato di Macerata.

2005 Assume al carica di consigliere provinciale della Confartigianato di Macerata.

2006 Partecipa alla costituzione del Consorzio di aziende Ars Habilis, di cui diventa membro del consiglio direttivo. L’obbiettivo delle aziende associate è promuovere arte e artigianato in stretto rapporto col territorio.

2006 Nasce la serie dei busti in terracotta e foglia argento, con sistema di illuminazione a led ad alta luminosità (sistema integrato nell'opera).

1994/1996 Sistema multimediale in cui si metterà in rapporto suono, musica e design.
Suono ( sistema sonoro digitale ad otto canali indipendenti, luci ( lampade appositamente progettate la cui luminosità viene controllata da un sistema digitale ad otto canali).

2008 Personale di scultura alla galleria di Arianna Sartori, Mantova.

2011 Realizza sculture per premio “UNITI PER LA VITA”conferito a personaggi illustri, Campidoglio, Roma. Tra i premiati: Toni Binarelli, Roberto Ravanelli, Gianni Alemanno, Laura Andreani etc.
ARTOUR-O esposizione internazionale d’arte contemporanea - MUST museo temporaneo, Firenze. Installazione luminosa per scenografia ROMA EUR FASHION - Museo civiltà romana, Roma.
ARTISTI IN BORGESE mostra bipersonale, Art Hotel Firenze. - ASTRAZIONE FATALE mostra di artisti europei, Pinacoteca Comunale, San Severino Marche (MC). - Espone nell’ambito dell’evento “PREMIO ARTE E SPETTACOLO” Santa Giustina (BL).

2012 Realizza sculture per il premio ”ALMA PALES” conferito a personaggi dello spettacolo, della cultura e dell’imprenditoria, Campidoglio Roma. Tra i premiati: Ennio Morricone, Claudio Baglioni, Gay Mattiolo, Riccardo Garrone, Franco Di Mare, Simona Izzo, Riky Mempis, Andrea Roncato etc.
CARAVANA internazionale di arte contemporanea, Castello della Rancia, Tolentino (MC)
Realizza sculture per il premio conferito a personaggi dello spettacolo e della cultura nell’ambito della presentazione del libro di Bice Previtera, Fortino Napoleonico, Ancona. Tra i premiati: Demetra Hampton, Manuel Cohen, Nathalie Altomonte ecc.
Realizza sculture per il premio Capitolino “EXCELLENCE Award 2012” conferito a personaggi dello spettacolo e della cultura, Musei capitolini, Roma. Tra i premiati: Vittorio Sgarbi, Mita Medici, Elio Pecora Stefano De Sando, Angelo Sagnelli, Bice Previtera, Paola Emanuele etc.

2013 Realizza sculture per il premio Capitolino“EXCELLENCE AWARD 2013” Musei capitolini, Roma. Tra i premiati : Pupi Avati, Lino Banfi, Peppino Di Capri, Teddy Reno etc.
Realizza sculture per il premio “INTERNAZIONALE di ARTE E CULTURA” Musei capitolini, Roma. Tra i premiati: Paola Comin, Antonio Marini, Manuela Villa, Alerssia Nobile, Giordano Massaro, Gianluca Terranova, Tony Neiman, Alfonso Veneroso, Martina Lo russo, Carmelo Stanziola, etc.
Copyright © 2018 Gustitalia Il gusto dell'Italia nel mondo. Powered by Hexagon Group | p.iva:01538880434